Data e luogo di nascita: Racconigi (CN), 8 novembre 1868

Data e luogo di morte: Torino, 4 maggio 1933

Biografia:

Autodidatta, anche se frequentò lo studio di Marco Calderini, dipinse in prevalenza paesaggi, soprattutto soggetti montani sovente animati da cavalli, greggi e buoi. Soggiornò spesso a Valtournanche, riportando sulla tela gli scorci più caratteristici della valle, in particolare dipingendo il Cervino in ogni declinazione di periodo e luce, eseguendone numerose versioni con piccole varianti sia in grande formato sia come bozzetti dalle stesure fresche, veloci ed eleganti. Espose in varie rassegne, tra cui le Promotrici di Torino (I° esp. nel 1889) e le annuali mostre al Circolo degli Artisti fino al 1925. Fu grande amico di Edmondo De Amicis che lo commemorò sulla rivista “Aosta” dell’amministrazione provinciale della valle.

Richiesti dal mercato antiquariale sono i soggetti montani, specie le vedute del Cervino. Si ricordano perché passati in asta: Impressioni di primavera, passa il treno, olio su tela cm.140xl03; La mietitura, olio su tela cm.l00xl40; Paesaggio invernale con figure, olio su tela cm.102xl40; Ansicht einer alp mit Alphutte, 1893, olio su cartone cm.32,5×47; Nel bosco, 1890, olio su tavola cm.21,3×32,7; Il Cervino, olio su tela cm.60×60.

Bibliografia:

F. Brosio, “Leonardo Roda” in “Rassegna mensile Municipale di Torinon.12, 1935; G.L. Marini, “Leonardo Roda” inDizionario enciclopedico dei pittori e degli incisori italiani”, vol.IX, Bolaffi, Torino 1975; Marcellino e Giuseppe Roda. Un viaggio nella cultura del giardino e del paesaggio, a cura di M. Macera, Atti del convegno internazionale, Racconigi, 22-24 settembre 2005; Bellini E, Pittori piemontesi, Ottocento, Novecento e contemporanei (con risultati d’asta), stampato in proprio, Torino 2009, 299/300;

Scheda a cura di: FB